Reddito di base incondizionato5. Giugno 2016

Obiettivo: Lo Stato dovrebbe versare a ogni persona che vive in Svizzera un reddito di base incondizionato.

Reddito di base incondizionato – votazioni del 5 giugno 2016

Situazione attuale

In Svizzera di regola ogni persona provvede da sola al proprio sostentamento. Se i soldi per il proprio sostentamento non bastano, interviene lo Stato. Esso interviene con misure, come ad esempio l’assicurazione contro la disoccupazione, dalla quale i disoccupati ricevono soldi.

Che cosa cambierebbe?

Se l’iniziativa viene accettata, tutte le persone che vivono in Svizzera ricevono una somma di denaro (reddito di base). Questo reddito di base non è vincolato a nessuna condizione. Inoltre, non dipende né dal reddito né dalla situazione patrimoniale del beneficiario.

L’iniziativa non precisa l’importo del reddito di base. I promotori dell’iniziativa propongono un importo mensile di 2500 franchi per gli adulti e di 625 franchi per gli adolescenti e i bambini.

Una volta accettata l’iniziativa, spetta al Parlamento ed eventualmente al popolo decidere come finanziare il reddito di base. Ad esempio, si potrebbe utilizzare una parte dei soldi che finora è stata impiegata per le misure di sostegno statali, come ad esempio l’assicurazione contro la disoccupazione. Oppure le imprese potrebbero assumersi una parte, poiché pagherebbero ai propri dipendenti uno stipendio più basso.

Se il reddito di base potrà essere finanziato per intero, è un punto controverso.

Argomenti dei favorevoli

  • Il reddito di base permette alle persone di svolgere un lavoro che abbia un senso e di scegliere liberamente il modo di condurre la propria vita.
  • Il reddito di base è finanziabile. Si tratta infatti di una parte del reddito percepito finora e non va considerato come reddito supplementare.
  • A molti l’idea del reddito di base appare utopica. Ma a suo tempo lo sono state anche altre idee, che oggi sono ovvie, come ad esempio l’AVS.

Argomenti dei contrari-e

  • Le persone che oggi guadagnano meno o poco più del reddito di base non lavorerebbero più, perché gli mancherebbe lo stimolo. Sul mercato del lavoro verrebbe così a mancare la manodopera.
  • Con il reddito di base altri settori importanti, come ad esempio l’istruzione, l’agricoltura o i trasporti, avrebbero meno risorse.
  • Poiché non esistono precedenti con un reddito di base, l’introduzione sarebbe troppo rischiosa.