Iniziativa sulla giustizia28. Novembre 2021

Obiettivo: Designare i giudici federali tramite sorteggio.

Iniziativa sulla giustizia

Situazione attuale

Il Tribunale federale è composto da 38 giudici federali. Attualmente il Parlamento (Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati) elegge i giudici federali per sei anni. Di regola i giudici federali in carica vengono poi rieletti.

La Commissione giudiziaria del Parlamento pubblica i posti vacanti di giudice ed esamina le candidature. In seguito, essa propone al Parlamento delle persone idonee all’elezione. Oltre alle competenze, la Commissione esamina di sua iniziativa la distribuzione equilibrata delle lingue ufficiali e dei partiti politici. Può prendere in considerazione anche altri fattori, come ad esempio il genere.

È stata presentata un’iniziativa popolare affinché in futuro i giudici federali vengano designati per sorteggio. Per questo motivo siamo ora chiamate e chiamati a votare.

Che cosa cambierebbe?

Se l’iniziativa viene accettata, i giudici federali verranno designati per sorteggio. A questo scopo, il Consiglio federale nomina una commissione specializzata politicamente indipendente. Questa decide chi partecipa al sorteggio. Le persone devono essere idonee alla carica sul piano professionale e personale. Non devono più venire rielette ogni sei anni, bensì mantengono la propria carica fino a un massimo di cinque anni dopo l’età di pensionamento. I dettagli sulla commissione specializzata e sul sorteggio devono essere stabiliti in una legge.

Il Parlamento può revocare i giudici federali se hanno violato regolamenti fondamentali o se non possono più esercitare le loro funzioni, ad esempio per motivi di salute.

Argomenti dei favorevoli

  • I partiti determinano chi viene eletto. Il Tribunale federale è quindi troppo dipendente dalla politica.
  • Candidate e candidati senza appartenenza partitica non vengono elette o eletti. All’appartenenza ad un partito viene dato più peso che alle competenze.
  • Il sistema attuale mina la fiducia nelle decisioni indipendenti del Tribunale federale. Il sorteggio è una buona alternativa.

Argomenti dei contrari-e

  • L’elezione dei giudici federali per sorteggio è un gioco d’azzardo e perciò non è democratica.
  • Il Parlamento prende in considerazione la distribuzione equilibrata delle opinioni politiche. In questo modo, le decisioni del Tribunale federale vengono accettate dalla popolazione.
  • La nota appartenenza ad un determinato partito politico rende pubbliche le posizioni dei giudici federali.

Più Informazioni

Prima e dopo: procedura di selezione dei giudici federali

Attuale elezione

  1. La Commissione giudiziaria del Parlamento (CG) propone delle candidate e dei candidati per la posizione di giudice federale.
  2. Il Parlamento (Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati) elegge i giudici federali. L'elezione dei giudici federali è basata sulla rappresentanza proporzionale dei partiti.
  3. Dopo sei anni di mandato, i giudici federali devono venire rielette o rieletti. 

 

 

Il sorteggio

  1. Una commissione specializzata indipendente seleziona le candidate e i candidati per il sorteggio. Per far ciò, essa prende in considerazione le competenze professionali e personali.
  2. I giudici federali possono venir nominate e nominati per sorteggio. Nel sorteggio devono essere tenute in considerazione in modo appropriato tutte le regioni linguistiche.
  3. I giudici federali possono rimanere in carica fino a cinque anni dopo l’età di pensionamento. Non è più necessario che vengano rielette o rieletti. 

Che cos’è il Tribunale federale? Chi sono i giudici federali?

Il Tribunale federale è la corte suprema della Svizzera. I giudici federali assicurano la corretta applicazione del diritto nazionale. La maggior parte dei casi giuridici è trattata prima nei tribunali cantonali. Se non si raggiunge un accordo a livello del tribunale cantonale, il caso giuridico passa al Tribunale federale. I casi giudici riguardano solitamente il diritto civile, il diritto penale e il diritto pubblico. Il Tribunale federale è composto da 38 giudici federali, 15 donne e 23 uomini. Nella selezione dei giudici federali vengono presi in considerazione fattori regionali e linguistici. Attualmente ci sono 22 giudici federali di lingua tedesca, 12 di lingua francese e 3 di lingua italiana.

Adesione dei giudici federali ad un partito

I giudici federali vengono nominati secondo il sistema della rappresentanza proporzionale. Ciò significa che la composizione dei giudici federali è in simile proporzione alla composizione dei partiti in Parlamento. In questo modo, la nomina dei giudici federali rispecchia anche i principi della democrazia diretta. I giudici federali sono di norma anche membri di un partito. Anche giudici federali non appartenenti ad alcun partito possono candidarsi per alle elezioni dei giudici federali. L’ultimo giudice federale non appartenente ad un partito è stato eletto 79 anni fa.

Contributo ai partiti

In quanto membri di un partito, i giudici federali devono versare una contributo ai partiti. La contributo ai partiti è un contributo finanziario che i giudici federali devono versare ogni anno al proprio partito. La quota del contributo ai partiti varia tra un partito e l’altro. L’importo si situa tra i 3'000 e i 20'000 franchi svizzeri. Il contributo ai partiti non viene menzionato esplicitamente nel testo dell’iniziativa. Esso gioca un ruolo importante negli argomenti dei contrari e dei favorevoli. Se l’iniziativa sulla giustizia viene accettata, i favorevoli si aspettano che il contributo ai partiti verrà eliminato in futuro. Con il sorteggio, i giudici federali non saranno più legati al sostegno del proprio partito. Di conseguenza, un contributo ai partiti non sarebbe più necessario. I contrari all’iniziativa sulla giustizia sostengono che il contributo ai partiti è importante, dato che i partiti in Svizzera non vengono finanziati dalla Confederazione. Di conseguenza, i contributi dei membri come il contributo ai partiti sono una parte importante del finanziamento di questi ultimi.