legge sulle attività informative LAIn25. Settembre 2016

Obiettivo: Il Servizio delle attività informative (SIC) dovrebbe ottenere nuove possibilità per l’acquisizione delle informazioni. 

Legge sulle attività informative – votazioni del 25 settembre 2016

Situazione attuale

Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) raccoglie informazioni riguardanti la sicurezza della Svizzera (vedi infobox). Queste informazioni il SIC le acquisisce sia in Svizzera sia all’estero. Per l’acquisizione delle informazioni in Svizzera il SIC deve rispettare regole più severe che all’estero. 

 In Svizzera il SIC può acquisire informazioni su una singola persona (p. es. sulla sua opinione politica o sulla sua appartenenza a un’associazione) solo a determinate condizioni, ovvero le due seguenti:

  • se vi è un sospetto concreto contro tale persona;
  • se l’informazione è liberamente accessibile (p. es. pubblicata su Internet) o disponibile presso altre autorità. 

Il Parlamento ha modificato la legge sulle attività informative. Contro tale modifica di legge è stato chiesto il referendum. Ecco perché ora siamo chiamati a votare sulla nuova legge sulle attività informative

Che cosa cambierebbe?

La nuova legge offre al SIC ulteriori possibilità per accedere a informazioni in Svizzera. Tra queste vi sono le seguenti:  

  • sorvegliare posta, telefono e Internet di una persona; 
  • localizzare e sorvegliare con l’aiuto di apparecchi;  
  • infiltrarsi in reti informatiche; 
  • perquisire ad esempio locali o veicoli. 

Tuttavia il SIC può utilizzare queste nuove possibilità soltanto se ritiene che la sicurezza della Svizzera è gravemente minacciata. Un intervento del genere richiede un’autorizzazione: innanzitutto da parte del Tribunale amministrativo federale. Poi da parte del capo del Dipartimento della difesa. Prima della decisione devono inoltre essere consultati i due Consiglieri federali che guidano il Dipartimento degli affari esteri e il Dipartimento di giustizia a polizia.

  La nuova legge prescrive inoltre quando il SIC deve cancellare i dati acquisiti. Stabilisce anche come i cittadini possono informarsi sui dati raccolti e ricorrere contro le misure di sorveglianza. Inoltre viene istituita una nuova autorità di vigilanza. Questa deve controllare che il SIC rispetti le regole.

Argomenti dei favorevoli

  • Oggigiorno il mondo e le tecnologie si sviluppano rapidamente. Per poter svolgere il suo compito, il SIC deve disporre di strumenti più moderni. 
  • È importante che il SIC possa sorvegliare persone in modo mirato. Solo così può raccogliere informazioni rilevanti dal punto di vista della sicurezza (p. es. su un luogo d’incontro segreto). 
  • La nuova legge offre da un lato più possibilità al SIC, dall’altro rafforza i controlli e i diritti dei cittadini.

Argomenti dei contrari-e

  • Il SIC si infiltra nella sfera privata dei cittadini e può intercettare e-mail, messaggi Facebook e sms anche in assenza di un sospetto. 
  • Una maggiore sorveglianza non impedisce alcun attacco terroristico. Al contrario: disporre di immense quantità di dati rende più difficile riconoscere le informazioni davvero importanti. 
  • La nuova legge consente al SIC di collaborare più strettamente con agenti di altri Paesi, per esempio effettuando insieme attacchi informatici all’estero. Ciò pregiudica la neutralità della Svizzera.

Risultati

APPROVATA

65.5 % Si
34.5 % No

continua