Vacche con le corna25. Novembre 2018

Obiettivo: In Svizzera dovrebbero esserci più vacche, tori riproduttori, capre e becchi riproduttori adulti con le corna. Per questo la Con- federazione dovrebbe sostenere con dei nanziamenti le contadine e i contadini che hanno questi animali con le corna..

Iniziativa per vacche con le corna – Votazioni del 25 novembre 2018

Situazione attuale

La Confederazione sostiene le contadine e i contadini nanziandoli in molteplici modi. Tra le altre cose, essa promuove l’allevamento rispettoso degli animali attraverso un contributo per il benessere degli animali. Ad esempio, ricevono questo contributo le contadine e i contadini che hanno una stalla a stabulazione libera. Si tratta di una stalla dove gli animali non sono legati e possono muoversi liberamente.

Oggi, molte contadine e molti contadini hanno animali senza corna per diversi motivi. In Svizzera, circa tre quarti delle mucche e un terzo delle capre non hanno le corna. Da un lato, esistono delle razze da allevamento che non hanno corna n dalla nascita. Dall’altro lato, ci sono degli animali a cui sono state rimosse le corna poco dopo la nascita sotto anestesia.

Attualmente, il fatto che gli animali abbiano o meno le corna non ha alcuna in uenza sul sostegno nanziario da parte della Confederazione.

Che cosa cambierebbe?

In caso di accettazione dell’Iniziativa, la Confederazione sosterrà le contadine e i contadini con un contributo aggiuntivo. Tale contributo verrà versato solo alle contadine e ai contadini che hanno anima- li adulti con le corna. La rimozione delle corna degli animali giovani continuerà a essere permessa.

In caso di accettazione dell’Iniziativa, il Consiglio federale e il Parlamento decideranno come deve essere attuata l’Iniziativa. Ad esempio, sceglieranno l’ammontare del contributo nanziario per le contadine e i contadini.

Argomenti dei favorevoli

  • La rimozione delle corna mutila gli animali. Essa provoca dolori per lungo tempo a una parte degli animali; ulteriori effetti non sono stati studiati.
  • Affinché le contadine e i contadini abbiano più animali con le corna, non è necessario un divieto, bensì il conferimento di incentivi nanziari.
  • In passato c’è già stata una proposta per modi care direttamente la legge. Dato che essa non ha avuto successo e nulla è stato fatto, è ora necessaria questa iniziativa popolare.

Argomenti dei contrari-e

  • Gli animali con le corna hanno bisogno di più spazio. Per questo molte contadine e molti contadini potrebbero decidere di tornare a legare gli animali. Così gli animali non sarebbero in condizioni migliori rispetto a oggi.
  • Agli animali vengono rimosse le corna perché potrebbero ferirsi tra di loro oppure ferire l’uomo.
  • A seconda dell’attuazione, l’Iniziativa costerebbe tra i 10 e i 30 milioni di franchi. Di conseguenza bisognerebbe risparmiare in altri settori dell’agricoltura.