Vie ciclabili23. Settembre 2018

Obiettivo: Le vie ciclabili dovrebbero avere lo stesso statuto giuridico previsto per i sentieri e per i percorsi pedonali. In questo modo la Confederazione può sostenere anche le vie ciclabili.

Vie ciclabili – votazioni del 23 settembre 2018

Situazione attuale

In Svizzera, per la pianificazione, la costruzione e la manutenzione delle vie ciclabili sono responsabili i Cantoni e i Comuni. Per valorizzare l’uso della bicicletta, nel 2015 è stata depositata l’iniziativa per la bici. Essa chiedeva che la Confederazione sostenesse le vie ciclabili.

Per il Parlamento quest’iniziativa non era adeguata. Per questo motivo il Parlamento ha elaborato un controprogetto diretto. In conseguenza a ciò il comitato d’iniziativa ha ritirato l’iniziativa per la bici. Quindi ora votiamo sul controprogetto diretto.

Che cosa cambierebbe?

Se l’oggetto in votazione sarà accettato, la Costituzione verrà modificata.

Cantoni e Comuni continueranno a essere responsabili per la pianificazione, la costruzione e la manutenzione delle vie ciclabili.

Tuttavia, la Confederazione potrà sostenerli in questi compiti. Inoltre, potrà fissare delle linee guida per le vie ciclabili e informare sulla rete di vie ciclabili. In questo modo le vie ciclabili riceveranno lo stesso statuto giuridico previsto per i sentieri e per i percorsi pedonali.

Se l’oggetto in votazione sarà accettato, la Costituzione federale verrà modificata. Dopo l’accettazione, il Parlamento dovrà elaborare una legge che applicherà concretamente i principi dell’iniziativa. I nuovi compiti concreti della Confederazione dipendono quindi da questa legge.

Probabilmente con la nuova legge la Confederazione riceverà gli stessi compiti che ha già ora per i sentieri e i percorsi pedonali. In questo caso, tra le altre cose, la Confederazione raccoglierà dati sulle vie ciclabili e preparerà delle statistiche. Questi potranno essere utilizzati ad esempio per mappe o App. Inoltre, la Confederazione potrà fissare gli standard per le vie ciclabili. Per esempio, quanto dovrebbe essere larga una via ciclabile o quali misure di sicurezza dovrebbero essere rispettate.

La Confederazione presume che con queste modifiche avrà circa 1.8 milioni di franchi di annuali costi supplementari.

Argomenti dei favorevoli

  • Al momento i bus, i treni e le strade sono spesso sovraffollati. Delle buone vie ciclabili aiutano a fare in modo che più persone usino la bicicletta.
  • Il traffico ciclistico è l’unico ambito in cui negli ultimi anni il numero di morti e feriti negli incidenti è aumentato. Migliori vie ciclabili portano più sicurezza.
  • Gli sviluppi in campo tecnologico rendono l’andare in bici sempre più attrattivo. Vale quindi la pena sostenere il traffico ciclistico.

Argomenti dei contrari-e

  • Con questa proposta la Confederazione ha ogni anno alti costi supplementari.
  • La suddivisione dei compiti tra Confederazione, Cantoni e Comuni nell’ambito delle vie ciclabili funziona bene. La Svizzera è già un Paese adatto alle biciclette e una modifica non è necessaria.
  • Non è che con vie ciclabili migliori ci saranno automaticamente più persone che utilizzerano la bicicletta, visto che quest’ultima spesso non è un’alternativa all’auto. L’oggetto in votazione non porta a meno traffico.