Iniziativa per alimenti equi23. Settembre 2018

Obiettivo: La Confederazione dovrebbe promuovere alimenti di buona qualità, prodotti nel rispetto dell’ambiente, degli animali e in modo equo.

Iniziativa per alimenti equi– Votazioni del 23 settembre 2018

Situazione attuale

La Svizzera produce al suo interno circa il 50% degli alimenti che consuma. Oggi esistono diverse regolamentazioni per la produzione di alimentari. Tra le altre, esistono regole su come vanno tenuti gli animali o regole che determinano la qualità che gli alimenti devono avere. L’iniziativa per alimenti equi vuole adattare queste regolamentazioni. Su di queste siamo ora chiamati a votare.

Che cosa cambierebbe?

Se l’oggetto in votazione sarà accettato, la Confederazione deve promuovere gli alimenti di buona qualità, prodotti nel rispetto dell’ambiente, degli animali e in modo equo. Per fare ciò ha diverse possibilità. Ad esempio, può prevedere un obbligo di dichiarazione più esatto, adattare le regole doganali e obbligare i produttori di alimentari a fissare obiettivi sociali ed ecologici. Cosa ciò significhi esattamente e le altre possibilità sono disponibili su www.easyvote.ch/fairfood.

L’iniziativa promuove regolamentazioni più severe per gli alimenti importati. Vale a dire per gli alimenti prodotti all’estero e venduti in Svizzera. Per i prodotti alimentari agricoli non lavorati, o solo poco lavorati (ad esempio uova o carne), varranno le stesse regolamentazioni che per gli alimenti prodotti in Svizzera.

Per i prodotti alimentari più lavorati o composti (ad esempio pizza congelata o pasta) la Confederazione deve impegnarsi a lungo termine per far valere le stesse regolamentazioni che valgono per gli alimenti prodotti in Svizzera.

La Confederazione deve far sì che tutte queste regolamentazioni vengano rispettate sia in Svizzera che all’estero (ad esempio tramite dei controlli).

Argomenti dei favorevoli

  • L’iniziativa fa in modo che in Svizzera sia possibile comprare alimenti più rispettosi degli animali, dell’ambiente e più equi. Di questo ne traggono beneficio tutti.
  • Quasi la metà degli alimenti consumati in Svizzera è importata. Anche in questo caso è necessario essere sicuri che gli alimenti siano di buona qualità.
  • In Svizzera si acquista sempre più carne e uova provenienti da allevamenti di massa, senza che i consumatori ne siano consapevoli. Per questo motivo bisogna migliorare la dichiarazione che riguarda gli alimenti.

Argomenti dei contrari-e

  • Già oggi sono in vigore regolamentazioni severe per la produzione di alimentari in Svizzera. Per questo motivo l’iniziativa non è necessaria.
  • Al momento esistono accordi internazionali che stabiliscono le stesse condizioni per il commercio di prodotti alimentari in diversi Paesi. L’iniziativa per alimenti equi mette in pericolo questi accordi.
  • I controlli per verificare il rispetto delle regolamentazioni all’estero sono molto dispendiosi. Per questo i prezzi degli alimenti potrebbero aumentare.