Pubblicità sul tabacco 13. Febbraio 2022

Obiettivo: Vietare le pubblicità per il tabacco visibili e accessibili ai minorenni. 

Pubblicità sul tabacco

Situazione attuale

In Svizzera la pubblicità per il tabacco è in parte consentita. Esistono alcune limitazioni, ad esempio il divieto di pubblicizzare il tabacco alla radio e in televisione. Anche la pubblicità per il tabacco rivolta direttamente ai minorenni non è permessa. Inoltre, non si possono distribuire omaggi o sigarette 
gratuite ai minori di 18 anni. In alcuni Cantoni sono previste ulteriori limitazioni per quanto riguarda la pubblicità per il tabacco. 

È stata presentata un’iniziativa popolare per vietare in tutta la Svizzera la pubblicità per il tabacco che raggiunge i minori. Per questo motivo siamo ora chiamate e chiamati a votare. 

Il Consiglio federale e il Parlamento hanno elaborato un controprogetto indiretto a questa iniziativa.

Che cosa cambierebbe?

Se l’iniziativa popolare viene accettata, la pubblicità per il tabacco verrà vietata ovunque sia visibile e accessibile ai minori. Saranno consentite dunque solo campagne pubblicitarie rivolte agli adulti, non visibili e accessibili ai minorenni. 
Tra questi tipi di pubblicità rientrano per esempio e-mail promozionali, opuscoli, campagne pubblicitarie online mirate o pubblicità sui social media. 

L’iniziativa stabilisce inoltre che la Confederazione e i Cantoni devono promuovere la salute dei minorenni.

Argomenti dei favorevoli

  • La pubblicità per il tabacco influenza il modo di consumare dei minorenni. Un divieto di pubblicità per il tabacco permette di tutelare ancora meglio la salute dei giovani.
  • Il consumo di tabacco genera ogni anno costi inutili pari ad almeno cinque miliardi di franchi.
  • Il controprogetto indiretto non è sufficiente per tutelare in modo efficace i minorenni.

Argomenti dei contrari-e

  • Un divieto nazionale di pubblicizzare il tabacco limita eccessivamente l’economia svizzera.
  • Anche il controprogetto indiretto tutela i giovani meglio di quanto fatto finora. I Cantoni possono continuare a introdurre misure più severe.
  • Il controprogetto indiretto tiene conto degli interessi economici e consente ancora determinate pubblicità per il tabacco.

Più Informazioni

Il percorso di un'iniziativa

Un comitato d'iniziativa – un gruppo di almeno 7 e un massimo di 27 persone aventi diritto di voto – redige un testo d’iniziativa. Il comitato d'iniziativa ha poi 18 mesi di tempo per raccogliere almeno 100’000 firme da persone aventi diritto di voto. Le firme vengono verificate nei Comuni. Una volta passati i 18 mesi, l'iniziativa popolare viene depositata e verificata dalla Cancelleria federale.

Se l'iniziativa popolare è valida, essa viene inoltrata al Consiglio federale:

  • Il Consiglio federale ha 12 mesi di tempo per preparare un messaggio sull'iniziativa popolare. Il messaggio è indirizzato al Parlamento (Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati). In esso, il Consiglio federale invita il Parlamento a raccomandare alle cittadine e ai cittadini di accettare oppure rifiutare l'iniziativa popolare.
  • Il Consiglio federale ha 18 mesi di tempo se decide di contrapporre all'iniziativa popolare un controprogetto diretto oppure un controprogetto indiretto.

Al più tardi dopo 18 mesi, l'iniziativa popolare arriva in Parlamento:

  • Il Parlamento ha 18 mesi di tempo per decidere se raccomandare di accettare oppure rifiutare l'iniziativa popolare alle cittadine e ai cittadini, così come ai Cantoni (Stati).
  • Se il Consiglio federale ha preparato un controprogetto diretto o indiretto, il Parlamento ha 12 mesi di tempo per esprimersi sull'iniziativa e sul controprogetto diretto o indiretto.
  • Il Parlamento ha altri 12 mesi di tempo a disposizione, se intende modificare il controprogetto diretto o indiretto del Consiglio federale o se intende elaborare un proprio controprogetto diretto o indiretto.

Dopo che il Parlamento ha formulato la sua raccomandazione per l’accettazione oppure il rifiuto dell'iniziativa popolare, oppure dopo aver elaborato un controprogetto diretto o indiretto in alternativa, l'iniziativa popolare verrà messa al voto.

Cifre e fatti 

Nel 2017 il 31,7% di tutti i giovani tra i 15 e i 24 anni fumava. Anche se negli ultimi anni il consumo di tabacco si è ridotto in tutte le fasce di età, il numero delle fumatrici e dei fumatori è rimasto invariato dal 2011. Circa la metà di coloro che fumano attualmente ha iniziato già prima dei 18 anni. La fascia d’età comprendente i giovani è quella più sensibile alla pubblicità sul tabacco. Secondo la ricerca in materia, questo è dovuto al fatto che la maggior parte dei giovani si trova in una fase di ricerca di sé, ragion per cui le ragazze e i ragazzi sono maggiormente esposti agli influssi sociali rispetto agli adulti.

Conseguenze del fumo sulla salute 

Il consumo di tabacco ha un impatto negativo sulla salute, andando a peggiorare le condizioni fisiche generali. Per le fumatrici e i fumatori il rischio di soffrire di malattie del sistema cardiovascolare o di tumori è più elevato. Le fumatrici e i fumatori vivono in media 14 anni in meno rispetto alle non fumatrici e ai non fumatori. 

Anche il fumo passivo danneggia la salute. Nel fumo del tabacco ci sono diverse sostanze nocive che, sul lungo periodo, possono provocare asma, cancro ai polmoni, ictus e infarti.  

Iniziativa popolare vs. controprogetto 

L’iniziativa popolare sul divieto della pubblicità per il tabacco richiede che venga vietata la pubblicità visibile ai minori e a loro accessibile, in modo da tutelare i giovani. Il Consiglio federale e il Parlamento sono d’accordo con l’idea alla base dell’iniziativa, ma ritengono che questa vada troppo oltre. A ottobre 2021 il Parlamento ha dunque elaborato una nuova legge sui prodotti del tabacco, che si contrappone all’iniziativa popolare come controprogetto. Se l’iniziativa popolare verrà respinta e non verrà lanciato nessun referendum contro la legge sui prodotti del tabacco, questa entrerà definitivamente in vigore. 

Hai qualche domanda? Allora scrivici a info@easyvote.ch. Saremo lieti di rispondere a tutte le tue domande sul divieto della pubblicità per il tabacco e sul sistema politico della Svizzera😊.