Sistema elettorale proporzional

In un’elezione secondo il sistema proporzionale, i seggi sono distribuiti tra i vari partiti. I partiti che hanno ricevuto più voti ottengono quindi più seggi dei partiti con meno voti. Nelle elezioni secondo il sistema maggioritario, i/le candidati/e sono eletti/e direttamente. Viene eletta la persona che ottiene il maggior numero di voti.

In Svizzera, nella maggior parte dei Cantoni, le elezioni del Consiglio nazionale si svolgono secondo il sistema proporzionale. I seggi nel Consiglio nazionale di un Cantone sono così distribuiti ai vari partiti in base al numero di voti che ottengono. Da elettore/elettrice, si sa quale partito riceve il proprio voto, ma non si ha la certezza su quale candidato/a di questo partito entrerebbe in Parlamento. Le persone che ricevono il maggior numero di voti all’interno di un partito vengono elette in Parlamento e non necessariamente i nomi indicati dal singolo elettore/dalla singola elettrice.

Esempio: in un'elezione in un Cantone con 10 seggi, un partito riceve il 20% di tutti i voti (il partito ha una lista). Questo partito ha quindi diritto al 20% dei seggi, cioè a due seggi. Solo in una seconda fase, i seggi sono assegnati all’interno del partito alle persone che hanno ricevuto il maggior numero di voti.

A differenza di un'elezione secondo il sistema maggioritario, per essere eletti non si ha bisogno di più del 50% dei voti. Il sistema proporzionale offre quindi ai partiti più piccoli la possibilità di ottenere dei seggi, cosa più difficile in un’sistema maggioritario.

Zusätzliche Begriffe (im Inspektor editieren)