Iniziativa contro la dispersione degli insediamenti10 febbraio 2019

Obiettivo: In Svizzera, in futuro, la superficie delle zone edificabili non dovrà aumentare rispetto a oggi.

Situazione attuale

In Svizzera esiste una pianificazione del territorio. La pianificazione del territorio stabilisce dove destinare, ad esempio, zone abitative o superfici per l’agricoltura. Confederazione, Cantoni e Comuni stabiliscono dove destinare, tra le altre cose, le zone edificabili, le zone agricole o le zone protette.

Le zone edificabili sono superfici dove è consentito costruire, ad esempio, abitazioni, uffici o negozi. Al di fuori delle zone edificabili è consentito costruire solo in casi eccezionali. Rientrano in questi casi, ad esempio, la costruzione di determinati edifici a uso agricolo (ad es. stalle o serre) oppure la costruzione di opere indispensabili (ad esempio strade o linee elettriche).

Che cosa cambierebbe?

In caso di accettazione dell’iniziativa, in futuro, la superficie delle zone edificabili non dovrà aumentare rispetto a oggi. Pertanto, una nuova zona edificabile potrà essere istituita solo se altrove una superficie di uguali dimensioni diventerà zona non edificabile.

I casi in cui sarà consentito costruire al di fuori delle zone edificabili saranno meno rispetto a oggi. Sarà ancora consentita solo la costruzione di edifici destinati all’agricoltura dipendente dal suolo, come ad esempio gli edifici per la trasformazione di verdure da pieno campo. Oppure le opere di interesse pubblico, come ad esempio i bacini per la raccolta dell’acqua.

Inoltre, la Costituzione stabilirà che gli insediamenti dovranno venire sviluppati in modo sostenibile. Ciò significa, ad esempio, che ci saranno meno abitazioni nuove ma con più piani. Oppure che il domicilio e il luogo di lavoro saranno il più possibile vicini l’uno all’altro, affinché, tra le altre cose, le vie di comunicazione diventino più brevi.

Favorevoli

  • In Svizzera sempre più superfici vengono edificate. Di conseguenza, le zone naturali scompaiono.
  • L’agricoltura ha bisogno di sufficienti superfici per produrre alimenti. Se queste superfici vengono edificate, non sono più utilizzabili per l’agricoltura.
  • L’iniziativa garantisce che venga edificato laddove già esistono degli edifici. Le superfici verdi non edificate verranno mantenute tali.

Contrari

  • Nel 2013 il popolo ha già approvato una legge che garantisce che vengano edificate meno superfici. Attualmente, i Cantoni applicano questa legge.
  • La popolazione e l’economia hanno bisogno di superfici per il proprio sviluppo. L’iniziativa lo impedisce.
  • L’iniziativa penalizza quei Cantoni e Comuni che hanno gestito le superfici con parsimonia. I prezzi dei fondi e delle abitazioni aumenteranno soprattutto lì.

Che cosa significa dispersione degli insediamenti?

Si parla di dispersione degli insediamenti quando sempre più superfici vengono edificati in maniera disordinata. Ad esempio, quando si costruisce nelle campagne in maniera sparsa piuttosto che in zone già occupate da edifici. 

Cos'è la pianificazione del territorio?

La pianificazione del territorio regola dove è consentito costruire oppure no. Essa stabilisce come vengono utilizzate le superfici in Svizzera. Per questo motivo, le superfici sono suddivise in diverse zone:

  • Zone edificabili: Sulle zone edificabili è consentito costruire. Ad esempio, ci sono zone edificabili per abitazioni, uffici, industrie o zone edificabili miste. Al di fuori delle zone edificabili è consentito costruire solo in condizioni particolari.
  • Zone agricole: Le zone agricole sono superfici destinate all'agricoltura. Quindi, ad esempio, alla coltivazione di cibo o al pascolo per gli animali.
  • Zone protette: Esistono zone protette per i territori protetti. Ad esempio, per riserve naturali o località protette.

Come funziona la pianificazione del territorio?

La pianificazione del territorio è compito comune della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni.

  • Con la legge sulla pianificazione del territorio, la Confederazione stabilisce, tra le altre cose, le condizioni quadro che i Cantoni e i Comuni devono rispettare. Questa legge determina quindi le regole di base della pianificazione del territorio.
  • Sulla base di queste condizioni quadro, i Cantoni creano un piano direttore. Il piano direttore stabilisce come si dovrà sviluppare il territorio del Cantone. In quali territori, ad esempio, dovranno esserci nuove aree residenziali, nuove strade o nuove linee di autobus. I piani direttori dei Cantoni devono essere approvati dal Consiglio federale.
  • Sulla base del piano direttore, i Comuni creano un piano d'utilizzazione (chiamato anche piano di zona). Il piano d'utilizzazione suddivide le superfici del Comune in diverse zone (vedi sopra). Il piano direttore determina anche in quali zone edificabili ci saranno, ad esempio, appartamenti, uffici, scuole o campi sportivi. I piani d'utilizzazione dei Comuni devono essere approvati dai rispettivi Cantoni.

Revisione legge sulla pianificazione del territorio

Nel 2013, la popolazione svizzera ha approvato una modifica alla legge sulla pianificazione del territorio. Tra le altre cose, la modifica ha stabilito che dovrebbe esistere un numero di zone edificabili pari alle esigenze reali dei prossimi 15 anni. Alcune regioni contavano molte più zone edificabili. Di conseguenza, è stato costruito in maniera disordinata.

Nelle regioni in cui ci sono troppe zone edificabili, una parte di esse deve essere eliminata. Le zone edificabili devono quindi essere convertite in zone agricole o zone protette. La modifica alla legge sulla pianificazione del territorio deve essere implementata dai Cantoni. Per fare ciò devono adeguare i piani direttori. Hanno tempo fino al 1° maggio 2019. Se non adegueranno i piani direttori entro tale data, i Comuni non potranno istituire alcuna nuova zona edificabile.

donare