Elezioni Ticino7 Aprile

Domenica 7 aprile rinnoveremo il Gran Consiglio e il Consiglio di Stato del Canton Ticino. Le candidate e i candidati che contribuirai ad eleggere rappresenteranno i tuoi interessi nella politica cantonale per i prossimi quattro anni. Non perdere questa opportunità! 

Consiglio di Stato

  • è il Governo del Canton Ticino e detiene il potere esecutivo
  • applica le leggi
  • dirige l’amministrazione cantonale
  • amministra le finanze del Cantone

Gran Consiglio

  • è il Parlamento del Canton Ticino e detiene il potere legislativo
  • fa le leggi
  • decide come finanziare le spese
  • approva i conti del Cantone

 

Eleggere in 4 passi

1 Preparati

Apri la busta di voto nel modo indicato così da poterla sigillare nuovamente. Osserva il materiale di voto. Hai ricevuto:

  • la carta di legittimazione di voto
  • la scheda per l’elezione del Gran Consiglio
  • la scheda per l’elezione del Consiglio di Stato
  • due piccole buste di voto per inserire le schede di votate
  • l‘opuscolo informativo

2 ELEGGI IL GRAN CONSIGLIO E IL CONSIGLIO DI STATO

L’elezione del Gran Consiglio (legislativo) e del Consiglio di Stato (esecutivo) avviene contemporaneamente ma si tratta di due elezioni distinte. Per ognuno dei due poteri hai ricevuto una scheda di voto. Siccome per compilare le due schede valgono le stesse modalità ti spieghiamo una sola volta la procedura per esprimere correttamente il voto.

Su entrambe le schede di voto figurano le liste presentate con le loro candidate e i loro candidati.

La scheda del Gran Consiglio ha un valore pari a 180 e la scheda del Consiglio di Stato ha un valore pari a 10. Puoi esprimere questi voti come segue:

VOTO DELLA LISTA

In un primo tempo, puoi esprimere il tuo voto scegliendo una lista.Fai una croce nella casella che affianca il nome della lista prescelta. Per l’elezione del Gran Consiglio, la lista riceve così 90 voti, mentre per l’elezione del Consiglio di Stato, la lista prescelta riceve 5 voti. Se non desideri sostenere alcuna lista, fai una croce nella casella «senza intestazione». In questo modo, non esprimerai un voto per alcuna lista.

VOTI PREFERENZIALI

Con i voti preferenziali sostieni le singole candidate e i singoli candidati. I seggi in Gran Consiglio e in Consiglio di Stato sono assegnati alle candidate e ai candidati che hanno ricevuto il maggior numero di voti preferenziali sulla lista corrispondente (o nel circondario se la lista suddivide le candidature per circondari).

Come esprimere i voti preferenziali?

Per dare un voto preferenziale a una candidata o a un candidato, fai una croce nella casella accanto al suo nome. Puoi dare i tuoi voti preferenziali anche a candidate e a candidati di liste diverse (il cosiddetto «panachage»).

Quanti voti preferenziali posso esprimere?

Per l’elezione del Gran Consiglio puoi esprimere al massimo 90 voti preferenziali mentre per l’elezione del Consiglio di Stato puoi esprimere al massimo 5 voti preferenziali. Se hai scelto una lista, allora la lista riceve un voto per ogni voto preferenziale che non hai espresso. Se non hai scelto alcuna lista (scheda senza intestazione), allora i voti preferenziali che non hai espresso sono considerati voti in bianco e non sono conteggiati per la ripartizione dei seggi.

Chi riceve i voti?

Oltre al voto preferenziale per la candidata o il candidato che hai scelto, anche la sua lista riceve dei voti. Se hai votato anche una lista, ogni voto preferenziale attribuisce 1 voto alla lista della candidata o del candidato che hai scelto. Se invece hai votato la scheda senza intestazione, il voto preferenziale è conteggiato 1 voto alla candidata o al candidato e 1 alla lista di appartenenza della candidata o del candidato che hai scelto. I voti non attribuiti (voti in bianco) non sono conteggiati per la ripartizione dei seggi.

Come vengono ripartiti i seggi?

In un primo momento vengono ripartiti i seggi per ogni singola lista. Più voti ha ottenuto una lista, più seggi essa riceve in Gran Consiglio e in Consiglio di Stato. Questi seggi di lista sono assegnati alle candidate e ai candidati della lista che hanno ottenuto il maggior numero di voti preferenziali.

3 Controlla

  • Hai compilato correttamente entrambe le schede di voto?
  • Hai inserito le schede votate nelle apposite buste più piccole? Non dimenticarti di sigillarle bene.
  • Se voti per corrispondenza, hai compilato e firmato la carta di legittimazione di voto? Solo così il tuo voto sarà valido.
  • Se voti per corrispondenza, hai inserito entrambe le buste più piccole assieme alla carta di legittimazione di voto, compilata e firmata, nella busta più grande? Prima di sigillarla, assicurati che l’indirizzo del tuo Comune sia ben visibile nella finestra.

4 INVIA, DEPOSITA O CONSEGNA... ED È FATTA!

VIA POSTA: se la tua busta non è già affrancata, incollaci sopra un francobollo. Inserisci la tua busta di voto nella bucalettere più vicina (fai attenzione che non sia troppo tardi!).
NELLA BUCALETTERE DEL TUO COMUNE: deposita la tua busta nella bucalettere per il voto per corrispondenza del tuo Comune (puoi anche depositare personalmente la tua busta di voto alla Cancelleria comunale).
ALLE URNE: presentati all’ufficio elettorale del tuo Comune consegna la tua carta di legittimazione di voto non firmata e le schede votate (trovi gli orari di apertura all’interno del tuo materiale di voto). 

donare