La partecipazione nei comuni che inviano l’opuscolo easyvote: l’esempio di Manno

16.04.2018  •  I dati pubblicati dall’Ufficio di statistica (Ustat) del Canton Ticino permettono di fare un primo confronto tra la partecipazione alle urne nel comune di Manno prima e dopo l’introduzione dell’invio dell’opuscolo easyvote. I risultati sono incoraggianti.

A partire dalle votazioni federali del 12 febbraio 2017, il comune di Manno ha deciso di offrire l’opuscolo easyvote a tutti i suoi giovani cittadini iscritti al catalogo elettorale e in età compresa tra i 18 e i 25 anni. Grazie ai dati recentemente pubblicati dall’Ustat è stato possibile confrontare l’andamento della partecipazione alle ultime votazioni federali per categoria d’età prima e dopo questa data.

Se la partecipazione dei giovani cittadini di Manno fra i 18 e i 25 anni all’ultima votazione federale prima dell’introduzione dell’opuscolo easyvote si aggirava attorno al 34% - contro il 49.3% di quella del resto dell’elettorato, in occasione delle tre votazioni federali successive la partecipazione giovanile si è avvicinata gradualmente a quella del resto dell’elettorato, fino ad arrivare addirittura a superarla. Gli ultimi dati disponibili, relativi alla votazione federale del 24 settembre 2017 indicano infatti che nel comune di Manno la partecipazione dei 18-25enni era del 51% contro il 50.1% di quella del resto dell’elettorato.

Nonostante il comune di Manno sia un piccolo comune, non per forza rappresentativo di tutte le realtà comunali, il risultato è chiaro e significativo: vi è un aumento della partecipazione giovanile alle urne dopo l’introduzione dell’invio dell’opuscolo easyvote.

donare