Elezioni in italia

Il 4 marzo si sono tenute le elezioni parlamentari italiane. Le elezioni non hanno prodotto un chiaro vincitore, rendendo così difficile la formazione del governo.

L'esito delle urne

Matteo Salvini (Fonte: stol.it)

Sono riuscite ad entrare alla Camera dei Deputati le seguenti quattro coalizioni: 

  • Il Partito Democratico (socialdemocratico) attualmente al governo era candidato in una coalizione di centro-sinistra con vari piccoli partiti. La coalizione ha chiaramente perso alle urne. Matteo Renzi, il leader del Partito Democratico, ha quindi annunciato le sue dimissioni.
  • Forza Italia (liberale conservatore) era candidato in una coalizione di centro-destra insieme a Lega Nord e ad altri partiti minori. Non hanno ancora stabilito il candidato capolista. Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, non può candidarsi a causa di una condanna per frode fiscale (si veda sotto).
  • Il Movimento 5 Stelle era candidato singolarmente e non in coalizione. Il partito è stato fondato nel 2009 dal comico Beppe Grillo. Alle ultime elezioni ha guadagnato molti voti ed è diventato il partito unico più forte. Viene considerato un partito euroscettico e populista.
  • La coalizione Liberi e Uguali è una coalizione composta da tre partiti di sinistra.

Cosa si eleggeva?

Fonte: Spiegel Online

Sono stati eletti i membri del Parlamento. . La struttura del Parlamento italiano è molto simile a quella del Parlamento in Svizzera (Assemblea federale). Come in Svizzera, ci sono due camere: la Camera dei Deputati e il Senato. Le due camere sono paritarie, come in Svizzera. Esse hanno cioè gli stessi diritti e doveri e, e quindi lo stesso grado di potere.

  • La prima camera è la Camera dei Deputati. Essa è paragonabile al Consiglio nazionale della Svizzera, in quanto rappresenta il livello nazionale. Conta 630 membri e viene eletta a livello nazionale.
  • La seconda camera è il Senato. Il Senato è paragonabile al Consiglio degli Stati della Svizzera. Così come il Consiglio degli Stati rappresenta i 26 cantoni, il Senato rappresenta le 20 regioni italiane. Conta 315 membri e viene eletto a livello regionale.

Chi può eleggere e chi può essere eletto?

Fonte: dreamstime.com

In Svizzera, a livello federale si può eleggere ed essere eletti a partire dai 18 anni (elettorato attivo e passivo). In Italia è un po' diverso:

  • Per eleggere i membri della Camera dei Deputati è necessario avere almeno 18 anni (elettorato attivo). Tuttavia, per essere eletti alla Camera dei deputati bisogna avere almeno 25 anni.
  • Per eleggere i membri del Senato è necessario avere almeno 25 anni. Per essere eletti al Senato bisogna avere, invece, almeno 40 anni.

Chi forma il Governo?

Fonte: governo.it

Le elezioni parlamentari determinano anche quali partiti formeranno il Governo italiano per i prossimi quattro anni. A questo scopo i partiti si candidano singolarmente oppure nelle cosiddette coalizioni. Una coalizione è composta da più partiti che perseguono obiettivi simili. Ogni coalizione o singolo partito ha un candidato capolista. Nella maggior parte dei casi, il candidato capolista del partito o della coalizione che ha ottenuto il maggior numero di voti diventa per i successivi quattro anni Presidente del Consiglio dei ministri, ovvero capo del Governo. Il Presidente del Consiglio dei ministri forma poi il Governo con chi appartiene ai partiti della propria coalizione.

Di nuovo questo Berlusconi?

Fonte: zdf.de

Silvio Berlusconi è il leader del partito liberale conservatore Forza Italia. È stato Presidente del Consiglio dei ministri negli anni 1994-1995, 2001-2005 e 2008-2011. Berlusconi è una figura molto controversa, presente anche nei nostri media in seguito a diversi scandali (party “Bunga Bunga„, corruzione, ecc.). Nel 2013 un organo giurisdizionale lo ha condannato per frode fiscale. Per questo motivo non gli era consentita la candidatura come capolista alle elezioni di marzo. Ad ogni modo, egli è tuttora leader del partito Forza Italia